Tag Archive 'il movimento'

Apr 24 2013

DUE ANNI!!!

Cari lettori, amici e curiosi di questo blog, grazie alla vostra partecipazione e al vostro sostegno io non sono normale: IO AMO compie oggi il suo secondo anno!

Insieme stiamo diventando una forza, un pensiero senza vincoli e senza legami, un potere capace di accogliere la profondità dell’anima.

L’amore non si presta all’omologazione.

E’ creatività in azione.

E’ A-normale per natura.

Io non sono normale: IO AMO è uno slogan che sottolinea il valore della sensibilità, della creatività, dell’originalità e della verità interiore di ciascuno.

Chi vi aderisce è un animo libero, un lupo solitario capace di camminare da solo anche in un mondo che si muove in branco.

Il nostro è un movimento interiore, un’insurrezione che nasce dal cuore, un’energia che prende forma dal bisogno inalienabile di essere se stessi e di affermare la propria unicità.

Perché il cuore non può essere normale.

Può solamente essere vero.

 


Buon Compleanno a tutti noi!!!


MyFreeCopyright.com Registered & Protected

No responses yet

Mag 01 2012

Volete saperne di più su di me?

Cari amici, lettori e curiosi di questo blog, se leggendo i post di io non sono normale:IO AMO vi è venuta la curiosità di sapere qualcosa di più su di me e sulla nascita di questo movimento, oggi sarete accontentati!

Il dr. Enrico Maria Secci mi ha intervistata sul suo: Blog Therapy.

Cliccando il link qui sotto potrete leggere le risposte alle sue numerose domande:

Blog Therapy

Oltre alla mia, troverete anche le interviste del dr. Fabrizio Boninu, autore del blog Lo Psicologo Virtuale (già pubblicata), e della dott.ssa Caterina Steri (da pubblicare), autrice del blog Gocce di Psicoterapia.

L’iniziativa ha l’obiettivo di creare una rete tra blogger che si occupano di psicoterapia e psicologia (nella piattaforma di Tiscali) in modo che tutti voi possiate trovare con maggiore facilità uno spazio di incontro e di confronto sulle tematiche psicologiche.

Blog Therapy precede i nostri blog di ben quattro anni! Ed è stato un esempio e uno stimolo a portare sul web il nostro lavoro di psicologi.

Spero che il dr. Secci rivolga anche a se stesso le domande che ha posto a noi colleghi, in modo che possiate conoscere i presupposti che nel 2007 l’hanno spinto a creare il suo blog e le ragioni che lo motivano a continuare.

Formare una rete di professionisti che s’incontrano sul web è un’occasione importante di scambio e di confronto per tutti.

Un grandissimo grazie al dr. Secci per questa bellissima iniziativa!

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

No responses yet

Apr 24 2012

Primo compleanno!!


Cari amici, lettori e curiosi di questo blog, io non sono normale: IO AMO compie oggi il suo primo anno di vita.


Un grandissimo GRAZIE a tutti voi!!!


Insieme stiamo formando un movimento che partendo dal cuore si irradia nel mondo…

… silenzioso, inarrestabile e ineliminabile, come soltanto l’A-normalità sa essere!

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

No responses yet

Mar 23 2012

GRAZIE DI CUORE a tutti voi!!

Cari amici, lettori e curiosi di questo blog, il movimento io non sono normale: IO AMO sta per compiere il suo primo anno di vita!

L’anno scorso in questo periodo, era ancora un pensiero intento a prendere forma sulle pagine di un blog.

Oggi è diventato uno spazio d’incontro e di condivisione per tutti quelli che sentono l’importanza di avere un cuore e dei sentimenti.

La frase io non sono normale: IO AMO è la sintesi di una lunga riflessione, tuttora in corso, sul valore della sensibilità interiore e della capacità di amare (due strumenti indispensabili per costruire un mondo migliore).

La società in cui viviamo ha messo al primo posto il guadagno, l’arrivismo, la competizione e lo sfruttamento.

E, purtroppo, questi falsi valori ci hanno condotto a uno stile di vita sempre più aggressivo e lontano dal rispetto, dalla cooperazione e dall’amore.

Le persone che non si sono sapute adattare alla lotta per superarsi l’uno con l’altro, sono state progressivamente (ma inesorabilmente) emarginate, fino al punto che oggi quasi ci si vergogna di dire “Ti voglio bene” e di mostrarsi sensibili.

Le parole dolci e tenere sono guardate con sufficienza, snobbate, derise e considerate roba adatta agli ingenui o agli sciocchi.

Affianco al disprezzo per i sentimenti, però, è cresciuta anche la sofferenza psicologica…

Infatti, rinunciare all’emotività interiore blocca l’espressione della creatività e fa impazzire di dolore.

Ecco perché, come psicoterapeuta, sento sempre più pressante il dovere di prendere posizione a favore della sensibilità.

Troppe volte le persone chiedono aiuto a noi specialisti della psiche, convinte che proprio la sensibilità e la creatività siano le cause della loro sofferenza!

Nel 2012 è diventato urgente e improrogabile, dire basta a quest’assurdo stile di vita che ci spinge a cercare fuori di noi una felicità fatta di beni effimeri e di oggetti incapaci di raggiungerla davvero.

La felicità non è qualcosa che si possa comprare, è uno stato interiore che si contatta esprimendo la propria sensibilità e condividendola insieme agli altri.

La creatività è l’unico strumento adatto a questo compito e tutti la possediamo naturalmente dalla nascita.

Veniamo al mondo con un cuore ricco di emozioni, pronti a manifestare l’originalità che ci contraddistingue e che ci rende diversi, unici e speciali.

Soltanto grazie all’accettazione e all’espressione della sensibilità, potremo avere un mondo libero dalle guerre e da tutto questo dolore.

La pace non si conquista combattendo, né stando fermi in contemplazione, né tantomeno rincorrendo un benessere fatto di oggetti sempre nuovi e sempre più inutili.

La pace è la conseguenza della realizzazione di se stessi.

Questo stato rende felici, permette di sentirsi appagati e riconsegna alla vita il suo significato profondo.

Tutti quelli che non hanno voluto sopprimere il loro cuore, lo sentono dentro di se e conoscono per istinto l’importanza dei sentimenti e della tenerezza.

A volte, queste persone hanno la sensazione di essere sbagliate, goffe, fuori luogo e sole, in un mondo che esalta la rivalità e crede nella legge del più forte.

Sono uomini e donne che non sanno rinunciare ai propri vissuti interiori. Gente incapace di omologarsi perché ha la libertà tatuata nell’anima.

Le ho definite: Personalità Creative e ne ho studiato il carattere e la personalità per oltre trent’anni.

Sono loro a formare e sostenere il movimento io non sono normale: IO AMO.

Siete voi, cari amici, lettori e curiosi. Tutti voi che partecipate e scrivete su questo blog.

Sei proprio tu che stai leggendo in questo momento.

Queste parole sono per te.

Per aiutarti a ritrovare la tua identità profonda.

Per dirti che anche nella solitudine non sei mai solo.

Da qualche parte nel mondo, tanti altri combattono, come te, la stessa battaglia solitaria per la salvaguardia del cuore.

Non siamo gente gregaria e non sappiamo stare in un branco.

Siamo persone che amano la compagnia e, spesso, hanno bisogno di stare da sole.

Siamo i tanti senza volto e senza nome, insospettabilmente gentili e generosi (soltanto perché è bello far nascere un sorriso).

Siamo quelli che danno vita a questo movimento poco normale.

Crediamo tutti nella diversità.

Abbiamo parole diverse e silenzi diversi, per raccontarci.

Ci distinguiamo a naso, dietro il travestimento che la normalità impone, per sopravvivere.

Fiutiamo la nostra A-normalità e ci ritroviamo in questo spazio.

Cari amici, lettori e curiosi di questo blog, il movimento io non sono normale: IO AMO è fatto del vostro sostegno, della vostra partecipazione e di tutti i pensieri che hanno permesso alle parole di prendere forma e diventare veicolo di un cambiamento.

Oggi, in vista del primo compleanno del nostro movimento, voglio condividere con voi il mio più grande… grazie!

GRAZIE DI CUORE!! A TUTTI VOI

Per la vostra meravigliosa A-normalità e per la rivoluzione silenziosa che ognuno porta avanti dentro di sé.

GRAZIE DI CUORE!!

Per l’impegno di ciascuno, nel continuare a essere sempre diversamente se stesso.

Senza la vostra tenacia, senza la vostra partecipazione, senza la vostra A-normale sensibilità il mondo sarebbe più triste e il cinismo divamperebbe dappertutto, molto più di così.

Insieme possiamo salvare dall’estinzione l’attuale anormalità di avere un cuore.

Il cuore non può essere normale. Può solo essere vero!

argomenti correlati:

Io non sono normale: IO AMO

IL CUORE NON E’ NORMALE

IO NON SONO NORMALE SONO LIBERO

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

No responses yet

Apr 24 2011

io non sono normale: IO AMO

Published by under Psicoterapia

“Una persona creativa è una persona felice”

Bruno Munari

Il movimento io non sono normale: IO AMO vuole sostenere l’originalità, la creatività e l’unicità di ogni essere vivente e nasce dalla convinzione che ognuno abbia diritto alla propria personaleA-normalità.



La difesa, il rispetto e la valorizzazione della A-normalità individuale, prendono vita dall’esperienza maturata in oltre venticinque anni di professione psicologica e grazie al confronto con colleghi psicologi, psicoterapeuti, medici e operatori della salute e del benessere psichico.


Come psicologi abbiamo potuto verificare quanto la sensibilità individuale sia ostacolata dal nostro attuale stile di vita e come venga ingiustamente incriminata, colpevolizzata e disprezzata persino dai suoi stessi portatori che, reputandola poco normale e per questo disdicevole, spesso arrivano a desiderare di eliminarla da se stessi pur di sentirsi finalmente normali.



Riteniamo che la normalità, nascondendo in sé la trappola del conformismo sociale, finisca spesso per bloccare il fluire spontaneo della espressività individuale producendo malessere e sofferenza.

Mentre, la manifestazione della propria creatività costituisce quasi sempre una cura (naturale, efficace, economica e a disposizione di tutti) capace di far evolvere il dolore psichico in realizzazione personale e appagamento.


Vogliamo contrastare l’aumento dilagantedella sofferenza psicologica e il consumo di psicofarmaci, con il ripristino di un adeguato ascolto della emotività individuale e sostenere una cultura dell’espressività e del diritto alla creatività con:

 

  • Un approccio psicologico che rispetti le scelte esistenziali di ciascuno

  • Incontri di informazione e di discussione

  • Articoli

  • Workshop

  • Laboratori creativi

Siamo contrari alle patologie e alle etichette psicologiche. Crediamo che la psicologia, a differenza della psichiatria, lavori sulla salute individuale, e non sulla malattia, e che il compito dello psicologo non sia curare un “organo” malato, in questo caso la mente, ma aiutare le persone ad esprimere il loro peculiare modo di essere.


A Cagliari nel Centro di Benessere Interiore, in piazza Salento 7, mettiamo a disposizione le nostre competenze e la nostra filosofia per costruire un punto di unione dove possano ritrovarsi tutti quelli che vorranno affermare il diritto a essere pienamente se stessi e a vivere la propria vita in modo personale.


MyFreeCopyright.com Registered & Protected

No responses yet