La magia non fa tendenza.

Oggi è più facile interpellare gli esperti, attribuendo loro i super poteri, piuttosto che fare uso delle risorse interiori.

Come si è detto tante volte, la magia è un percorso di conoscenza che svela le proprie potenzialità solo a chi è capace di accollarsi il peso della vita, senza delegarne ad altri la responsabilità.

È un cammino di libertà.

Ma conquistarla significa uscire dalla dipendenza e camminare con le proprie gambe, fianco a fianco con gli altri senza aggrapparsi a nessuno.

E questo no, non fa tendenza.

Chi comanda preferisce gestire un popolo omologato e ubbidiente.

Ci hanno insegnato a essere dei bravi soldatini.

A tacere e chinare la testa.

A ubbidire e rispettare le leggi senza chiederci se siano giuste.

Ci hanno spiegato che questo è il prezzo da pagare per sentirsi parte di una comunità.

E ci hanno spinto a indossare una divisa interiore che non abbiamo scelto.

I nostri fari nel buio sono la televisione, i giornali e la pubblicità, le voci guida che, giorno dopo giorno, ci raccontano cosa bisogna credere e pensare.

Non c’è spazio per la magia in questo stile di vita.

La magia è intrecciata con la libertà, la solitudine e l’autonomia.

Valori poco raccomandabili per chi vive al servizio della piccola élite al governo del mondo.

La libertà non è (come si crede impropriamente) la possibilità di fare tutto quello che si vuole.

La libertà è la capacità di non dipendere da nessuno, di pensare con la propria testa, di decidere autonomamente.

Solo nella libertà diventano possibili il confronto, lo scambio, la relazione e la solidarietà.

La frase: La tua libertà finisce dove inizia la mia contiene un vizio di forma.

La libertà, infatti, non è un limite ma un modo di essere.

E perciò non finisce e non inizia.

Per essere liberi occorre conoscere profondamente se stessi, le proprie risorse e le proprie debolezze.

Solo accettando e comprendendo se stessi, infatti, si potranno accettare e comprendere gli altri.

E solo da questa comprensione potrà nascere un mondo migliore.

La libertà è la conseguenza di una totale assunzione di responsabilità.

E occorre una totale responsabilità per poter praticare la magia.

La magia è la conseguenza di un ascolto intimo e coraggioso.

Da quell’ascolto prendono forma i miracoli.

Non perché si stravolga la realtà.

Ma perché in questo modo il cuore rivela tutta la sua potenza creativa.

Carla Sale Musio

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

Ultimi commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

N/A lettori, amici e curiosi

TENIAMOCI IN CONTATTO