I RUOLI FAMILIARI NELLA SEPARAZIONE

Nelle famiglie costituite da genitori e figli, è fondamentale che ogni membro rispetti il proprio ruolo.

Tale “compito” prescinde l’organizzazione strutturale della famiglia stessa:

  • sia che si tratti di famiglie nucleari,

  • sia che si tratti di famiglie di separati o ricostituite,

  • sia che si tratti di famiglie monogenitoriali,

è importante che ognuno rimanga fedele al ruolo implicito rivestito all’interno del proprio sistema familiare.

Così, i genitori saranno coloro che si occuperanno principalmente dei figli, che provvederanno a soddisfare i loro bisogni in relazione all’età e alle esigenze individuali e li sosterranno nella loro crescita evitando di attribuire loro compiti e responsabilità che non gli competono o di esporli a situazioni per le quali non hanno gli strumenti necessari a fronteggiarle.

D’altro lato i figli saranno coloro che, sotto la protezione ed il riconoscimento dei genitori, in relazione all’età e alle esigenze, potranno sperimentare un processo di crescita armonioso e sempre più autonomo, con la consapevolezza che i genitori continueranno ad amarli a prescindere da ogni circostanza.

Quando le famiglie si trovano in fase di separazione capita che questo principio venga meno.

Spesso i figli diventano valvola di sfogo, motivo di contesa, bisogno di protezione da parte dei genitori che, mettendoli in mezzo nelle argomentazioni e nelle dinamiche di coppia, li espongono ad un ruolo che non è più quello di figli ma assume svariate e contorte sembianze:

  • figli che sentono di dover proteggere i propri genitori a discapito del proprio bisogno di protezione;

  • figli che rinunciano al diritto di avere una relazione con entrambi i genitori, schierandosi dalla parte di uno (generalmente quello che percepiscono più fragile) a discapito dell’altro;

  • figli che rinunciano ai propri spazi per il senso di colpa che provano nel lasciare solo il genitore;

  • figli che non si sentono amati perché, rinunciando alla loro libertà di essere se stessi, rinunciano al bisogno di essere amati incondizionatamente da entrambe i genitori. 

Figli che non si sentono figli, figli che non fanno i figli, che non ricoprono il proprio ruolo.

La separazione può esporre maggiormente figli e genitori al rischio di un’inversione di ruoli, aggiungendo alle difficoltà e alle riorganizzazioni ulteriore confusione.

È per questo motivo che in una fase così complessa e delicata è ancor più importante che ogni membro rimanga fedele al proprio ruolo.

Martina Mastinu

Vuoi contattare la dott.ssa Mastinu?

Visita la sua pagina

Ultimi commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

N/A lettori, amici e curiosi

TENIAMOCI IN CONTATTO