Nov 17 2020

ACCOGLIERE LA MAGIA NERA DENTRO DI SÉ: il difficile cammino del mago

Published by at 06:34 under Psicologia,Psicoterapia

Nel tentativo di migliorare ci sforziamo di assomigliare a un’immagine ideale di noi stessi perdendo di vista tutto ciò che non vi si conforma.

Ma in un angolo dell’inconscio le nostre parti rinnegate continuano a lavorare segretamente, aspettando il momento opportuno per sovvertire l’ordine delle nostre priorità e agire finalmente indisturbate.

Come ho detto altre volte, il mondo interiore è popolato da polarità contrapposte (bene e male, buono o cattivo, giusto o sbagliato…) che dobbiamo imparare a riconoscere per vivere una vita appagante.

Come tanti bambini, questi aspetti psichici litigano fra di loro alternandosi in modo caotico nella gestione delle nostre attività finché non impariamo a gestirli.

Il bianco e il nero, infatti, dipendono dalla prospettiva da cui osserviamo le cose e, fuori dal giudizio che li acclama o li condanna, sono soltanto risorse utili in momenti diversi.

L’ascolto vigile dei vissuti interiori permette di scegliere con quale parte di sé affrontare gli eventi, evolvendo gli aspetti immaturi senza condannarli.

È in questo quadro che la magia nera occupa un posto di primo piano nell’esistenza dei maghi, costringendoli a scelte difficili e sofferte.

Il male, infatti, lusinga subdolamente la psiche proponendo le sue “buone” ragioni per imporsi sul bene.

Il conflitto tra bene e male precede le azioni, costringendoci a crescere e ad assumerci la responsabilità della nostra vita interiore.

Magia bianca e magia nera sono strade diverse che si intrecciano costantemente nel cammino evolutivo.

Entrambe sottendono l’integrità: quella rara capacità di vedere oltre le apparenze fino a svelare la pienezza del Tutto.

Fuori dal giudizio degli schieramenti, infatti, ogni cosa porta un dono prezioso e la maestria si rivela nel riconoscerne il valore senza abusarne e senza nuocere a nessuno.

In dosi omeopatiche:

  • la prepotenza può diventare sicurezza,

  • l’arroganza può diventare determinazione,

  • la sopraffazione può diventare affermazione.

Ogni aspetto di noi, usato con parsimonia e al momento opportuno, permette alla magia di scorrere nella vita.

Ma, irrigidirsi su posizioni stereotipate blocca il percorso evolutivo dentro una pericolosa stagnazione.

Magia nera e magia bianca costellano le sfide dell’esistenza mostrandoci le vie facili e le vie difficili, e rivelando le debolezze e la forza di ciascuno

Il cammino del mago è fatto di un continuo interrogarsi.

Senza dare mai nulla per scontato.

La magia, infatti, non è scontata per natura e la sua conoscenza presuppone una grande capacità introspettiva.

La soluzione ai conflitti che sottendono il cammino magico si nasconde in un’accettazione del mondo interiore capace di valorizzare anche le risorse apparentemente più pericolose.

L’egoismo, l’avidità, l’aggressività, la crudeltà… fano parte della vita e scinderli da sé significa amputare la propria totalità.

Perciò il mago deve imparare a non esserne posseduto e ad accettare la propria imperfezione senza agirla e senza pretendere di trasformarla.

Questa accoglienza partecipe e attenta paradossalmente spiana la strada al cambiamento.

(Il paradosso è un codice dell’amore e della magia)

I maghi sono capaci di guardare dentro di sé con onestà, evitando di discriminare i propri vissuti come di nuocere agli altri.

È in questo modo che i prodigi diventano possibili e prende forma un mondo migliore.

L’amore, infatti, non esclude il male ma lo accoglie, assegnandogli un posto nella Totalità ed evolvendolo nel tempo (come una mamma accompagna il bambino nella crescita, proteggendolo ed educandolo, fino a vederlo diventare un uomo).

In un percorso senza fine fatto di un continuo trasformare se stessi.

La magia è un modo di essere e di sorprendersi senza perdere la padronanza interiore.

Solo così l’infinito svela la propria immensità e i nostri occhi imbevuti di materialità imparano a distinguere il Nulla e il Tutto da cui prendono forma le cose, quell’inspiegabile vuoto che dà vita ai miracoli.

Carla Sale Musio

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

Nessun Commento

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Anti-spam: complete the task