La capacità di sperimentare le emozioni (proprie e altrui) senza censurarle si trasforma in ricchezza interiore e nella poliedrica possibilità di usare parti diverse di se stessi in momenti e situazioni diverse.

Questa molteplicità di sé permette alle personalità creative di essere persone diverse secondo le circostanze.

Quando, però, non è riconosciuta può creare momenti di confusione e incertezza.

La possibilità di avere un ventaglio di punti di vista contemporaneamente (ad esempio tanti quanti sono i partecipanti a una discussione) mette in serio pericolo la percezione della propria coerenza.

Le personalità creative riescono a immedesimarsi con facilità nei vissuti degli altri e scoprono molto presto che ognuno (calandosi nel suo punto di vista) ha ragione.

Infatti, partendo dagli stessi presupposti si giunge di solito alle stesse conclusioni.

.

AURORA, JACOB E LE VACANZE IN SARDEGNA

.

Quando arriva al primo appuntamento Aurora non sa più cosa fare… con se stessa!

Il suo tirocinante Jacob è svogliato e perditempo e sembra interessato più al mare della Sardegna che al tirocinio nel laboratorio di ceramica etnica.

Aurora è sempre piena d’impegni e conduce una vita indaffarata e senza soste, dividendosi tra la ceramica etnica, la ricerca universitaria sulle tradizioni popolari e una vita di coppia appena cominciata e già problematica.

Ha accettato di prendere con sé un tirocinante soltanto perché glielo ha chiesto una persona che per lei è speciale: l’insegnante di antropologia con cui ha fatto ricerca all’università.

Adesso, però, si rende conto che il giovane straniero promettente e pieno d’inventiva (così le è stato proposto) è qui soprattutto per farsi una vacanza pagata dalla borsa di studio.

I ritmi lenti di Jacob la innervosiscono e quel suo vivere perennemente alla giornata, senza progetti, lo sente come un fardello che grava su di lei.

“Come mai si assume totalmente la responsabilità del rendimento di Jacob?”

Le domando cercando di comprendere le ragioni di quell’esagerato senso del dovere.

“Non posso esonerarmi!”

Sospira giocherellando col bordo della giacca.

“Non voglio che la professoressa di antropologia pensi che trascuro il lavoro che le ho promesso.”

“Ma è stata proprio la sua insegnante a proporle Jacob, di sicuro ne conosceva l’indolenza.”

Aurora mi guarda interdetta, sa benissimo che è così.

Ma non riesce a restare fedele a quella comprensione.

La molteplicità dei suoi punti di vista la porta a essere contemporaneamente tre persone diverse e coinvolte in questo problema: Aurora, Jacob e la professoressa di antropologia.

Mi armo di pazienza: ci vorrà un po’ di tempo per chiarire insieme la pluralità dei suoi sé.

La capacità di essere diversa in situazioni diverse è ciò che in questo momento rende Aurora confusa e insicura rispetto al comportamento da tenere con Jacob.

Infatti:

  • Quando lavora con lui sente che l’attenzione mutevole del ragazzo dipende dalle diverse aspettative sul tirocinio. In pochi mesi Jacob vorrebbe imparare la ceramica etnica… ma anche conoscere il mare e le spiagge della Sardegna. Perciò Aurora cerca di assecondarlo organizzando il suo apprendimento in modo elastico e non troppo impegnativo.

  • Quando parla con l’insegnante di antropologia un’Aurora efficiente e attiva si sostituisce alla tutor di Jacob e propone un corso altamente specializzato e intenso che renda in pochi mesi una preparazione adeguata sia nella teoria che nella pratica.

  • Quando poi rientra a casa l’Aurora innamorata occupa il posto delle altre due e progetta vacanze e momenti magici da trascorrere in coppia per far crescere l’intimità e la condivisione di un progetto di vita insieme.

E fino a qui di Aurora ce ne sono solo tre.

  • C’è poi un’Aurora che vorrebbe andare ogni tanto a trovare i genitori…

  • Un’Aurora che ama uscire insieme alle amiche…

  • Un’Aurora che sogna di avere un bambino…

  • Un’Aurora che ha bisogno di leggere e viaggiare per aggiornarsi sul suo lavoro con la ceramica etnica…

  • Un’Aurora che sta cercando di riordinare gli appunti per dare forma alla pubblicazione di un libro…

  • Un’Aurora (ma questa è completamente schiacciata dal peso delle altre) che ama passeggiare in mezzo alla natura senza doversi preoccupare di niente…

Nel corso di colloqui Aurora diventerà più consapevole delle sue poliedriche possibilità di espressione e riuscirà ad armonizzare le diverse Se Stessa fino a trovare un nuovo equilibrio interiore più rispettoso delle sue personali esigenze e priorità.

Carla Sale Musio

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

Ultimi commenti

N/A lettori, amici e curiosi

TENIAMOCI IN CONTATTO