Prima di analizzare nel dettaglio pregi e difetti della personalità creativa è necessario definire cosa si intende con struttura di personalità.

Il termine personalità indica l’insieme delle caratteristiche psicologiche e dei comportamenti che spiegano le differenze individuali e una struttura di personalità è un modello del funzionamento della personalità.

La psicologia ha teorizzato differenti strutture di personalità, adoperando obiettivi e metodologie diverse.

Il più antico studioso della personalità fu Ippocrate che definì quattro tipi psicologici: il melanconico, il collerico, il flemmatico e il sanguigno.

Dopo di lui moltissimi altri approfondirono lo studio dei diversi temperamenti e tra i più conosciuti troviamo sicuramente Sigmund Freud, neurologo e psicoanalista austriaco, fondatore della psicoanalisi.

Freud ipotizzò che la crescita procedesse attraverso quattro fasi di sviluppo, orale, anale, fallica e genitale, e suppose che la fissazione a una di queste fasi, portasse alla costruzione di una relativa struttura di personalità.

Una fissazione alla fase orale, ad esempio, avrebbe potuto provocare nell’adulto un eccessivo attaccamento alle abitudini che coinvolgono l’utilizzo della bocca, come il tabagismo, l’alcolismo, la logorrea o la bulimia e avrebbe dato origine a una personalità orale.

Carl Gustav Jung, allievo e contemporaneo di Freud, utilizzò il termine tipi psicologici per definire due grandi orientamenti della personalità: l’introversione e l’estroversione; mentre Alexander Lowen, fondatore della bioenergetica, ipotizzò cinque tipi di carattere: schizoide, orale, psicopatico, masochistico e rigido.

Ho citato solo alcuni degli studi più importanti sulla personalità e l’elenco potrebbe continuare ancora a lungo.

Fino ad oggi, però, la psicologia, prendendo le mosse dalla medicina, si è concentrata maggiormente sugli aspetti disfunzionali della psiche e le strutture della personalità sono state utilizzate per definire le diverse patologie.

La psiche sana non ha appassionato gli psicologi clinici, che evidenziavano semplicemente una presunta “normalità” in contrasto con la “anormalità” della malattia mentale.

Il mio obiettivo è, invece, quello di descrivere una personalità sana e adeguata, in grado di sopravvivere anche in ambienti sfavorevoli o malati, riuscendo a sopportare un carico di stress molto elevato.

Ho definito questa struttura di personalità: Personalità Creativa.

Carla Sale Musio

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

 

Ultimi commenti

N/A lettori, amici e curiosi

TENIAMOCI IN CONTATTO