Nel corso del tempo, il lavoro clinico mi ha permesso di evidenziare una struttura di personalità, che ho definito personalità creativa, le cui principali caratteristiche sono:

  • Creatività

  • Empatia

  • Sensibilità

  • Emotività

  • Generosità

  • Altruismo

  • Intuizione

  • Concentrazione sul presente

  • Leadership “poco appariscente”

  • Facilità al cambiamento

  • Disinteresse per il potere

  • Cooperazione

Mentre i suoi punti deboli sono:

  • Insicurezza

  • Bassa autostima

  • Discontinuità

  • Dispersività

  • Solitudine

  • Relazioni circoscritte

  • Scarsa competitività

  • Ipersensibilità al rifiuto

  • Emotività cangiante

La personalità creativa possiede notevoli capacità di adattamento e di relazione ma paradossalmente proprio questi punti di forza determinano talvolta la sua sofferenza.

Si tratta di una struttura di personalità molto plastica e cooperativa che può arrivare fino a deformare se stessa pur di conquistare l’approvazione e l’armonia intorno a sé.

Mi spiego meglio…

Davanti allo sforzo necessario per sopravvivere in climi psicologicamente rigidi, la maggior parte delle persone è costretta a censurare le proprie sensazioni interiori, permettendosi di vivere solamente i sentimenti che non provocano reazioni negative da parte dell’ambiente circostante.

Le personalità creative, invece, non perdono mai il contatto con le proprie emozioni ma, poiché possiedono una notevole poliedricità, possono modificare i loro comportamenti fino a renderli funzionali alle situazioni sfavorevoli, nonostante la sofferenza che devono affrontare per ottenere questo risultato.

La percezione dei vissuti psicologici rimane sempre cosciente in loro, anche se, a volte, nel corso dell’adattamento comportamentale si perdono le tracce delle ragioni che li hanno provocati.

La scissione tra il dolore psichico e le sue radici è il risultato del meccanismo creativo che questi individui utilizzano per sopravvivere nelle situazioni avverse.

Una buona predisposizione al cambiamento li rende, infatti, facilmente adattabili e capaci di mettersi nei panni degli altri ma, proprio questo comprendere sempre le ragioni degli altri è ciò che li spinge a modificare se stessi.

La loro principale caratteristica consiste nello spostare agilmente il proprio punto di vista e nel riuscire a vedere cose e situazioni in tanti modi diversi contemporaneamente ma, questa innata poliedricità a volte finisce per confonderli, allontanandoli dalla propria posizione personale rispetto a ciò che stanno vivendo.

Ritengo che se questa struttura di personalità fosse maggiormente capita e riconosciuta, soprattutto durante l’infanzia, molti dei loro problemi potrebbero essere evitati e le loro peculiarità si potrebbero esprimere a vantaggio di loro stessi e di tutti.

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

Ultimi commenti

N/A lettori, amici e curiosi

TENIAMOCI IN CONTATTO