Archive for Marzo 3rd, 2012

Mar 03 2012

GENTE CON L’ANIMA


Fino ad oggi lo studio della psicologia clinica si è interessato prevalentemente alle patologie della mente.

Prendendo le mosse dalla psichiatria, gli psicologi hanno focalizzato la loro attenzione sui comportamenti sbagliati, occupandosi poco delle personalità che invece sono adeguate e capaci.

Purtroppo, però, essere emotivamente sani in un mondo malato genera dolore e come psicoterapeuta incontro spesso persone dotate di un’ottima salute mentale ma sofferenti, a causa della patologia sociale in cui vivono immerse.

In questi casi non si può parlare di cura, anche se chi chiede una terapia si sente patologico e domanda di essere curato.

Nel corso degli anni ho individuato dietro a tutte queste richieste di aiuto una struttura di personalità forte e dotata di sensibilità, creatività, empatia e intuizione che ho chiamato Personalità Creativa.

Le persone che possiedono una personalità creativa sono capaci di amare, di sognare, di sperimentare, di giocare, di cambiare, di raggiungere i propri obiettivi e di formularne di nuovi.

Sono uomini e donne emotivamente sani.

Gente che non perde mai il contatto con la propria anima, cioè con quella saggezza profonda e profondamente ingenua, capace di sentire vibrare la bellezza e l’impalpabile immensità della vita in ogni cosa.

Sono persone che, nonostante il bombardamento di messaggi volti a deridere la presunta illusorietà di tutto ciò che i cinque sensi non riescono a padroneggiare considerandolo soggettivo, non perdono mai la consapevolezza che proprio quella soggettività è indispensabile per vivere con pienezza.

Le personalità di questo tipo sono inscindibilmente connesse alla propria anima e in contatto con la sua verità.

Queste persone coltivano la certezza che la vita abbia un significato diverso per ciascuno e rispettano ogni essere vivente, sperimentando così una grande ricchezza di possibilità.

È gente che non ama la competizione, la sopraffazione e lo sfruttamento, perché scorge un pezzetto di sé in ogni cosa che esiste.

Gente che non riesce a sentirsi bene in mezzo alla sofferenza, incapace di costruire la propria fortuna sulla disgrazia di altri.

Gente che nella nostra società non va di moda, disposta a rinunciare per condividere.

Gente impopolare. Derisa dalla legge del più forte. Beffata dalla competizione.

Gente capace di mantenere salda la consapevolezza che la vita non è fatta soltanto di materialità e, a dispetto dell’emarginazione, del disprezzo sociale e dell’impopolarità che ne deriva, non dimentica mai l’importanza di ascoltare le cose col cuore.

Gente che non riesce ad adeguarsi alle regole del predominio, che non sa approfittare dell’ingenuità, che non possiede la prontezza e la malizia per prevenire l’astuzia dei furbi.

Portatori di un sapere che non piace, non perdono di vista l’importanza di ciò che non ha forma e non si può toccare.

Sono queste le persone che possiedono una Personalità Creativa.

Persone ingiustamente ridicolizzate e incomprese in un mondo malato di arroganza e che, spesso, si rivolgono agli psicologi chiedendo aiuto.

Ognuno di loro è orientato verso scelte diverse da quelle di sempre.

E in genere hanno valori e priorità incomprensibili per la maggioranza.

Non seguono una religione ma ascoltano con religiosa attenzione i dettami del proprio mondo interiore.

Sanno scherzare senza prendere in giro.

Gente che paga sempre di persona il prezzo delle proprie scelte e preferisce perdere per non prevaricare.

Gente fatta così.

Poco ipnotizzabile. Poco omologabile. Poco assoggettabile.

Gente che non fa tendenza.

Forse.

Di certo: gente che preferisce sopportare il dolore piuttosto che barattare la dignità.

Gente poco normale di questi tempi.

Gente con l’anima.

Carla Sale Musio

Vuoi saperne di più? 

Leggi il libro:

LA PERSONALITÀ CREATIVA

scoprire la creatività in se stessi per trasformare la vita

anche in formato ebook

No responses yet